Chi siamo

condividi su
COS’È?
L’Ufficio Diocesano per la Pastorale Sociale e del Lavoro, Giustizia e Pace, Custodia del Creato si propone di individuare le problematiche sociali e stimolare le comunità parrocchiali e civili alla riflessione e all’azione.
L’Ufficio si colloca nell’ambito del settore pastorale “per la carità e la promozione umana” e si coordina con gli altri Uffici diocesani che operano in questo settore: Caritas, Migrantes, Ecumenismo e dialogo interreligioso.
FINALITÀ
– favorire la conoscenza e la diffusione della Dottrina Sociale della Chiesa
– promuovere l’impegno dei laici “nel sociale”, seguendone i problemi e documentandosi sulle varie realtà
– stimolare all’impegno persone e gruppi nelle comunità cristiane locali, nel territorio e negli ambienti professionali
– mantenere i collegamenti e coordinare quanto viene già fatto dagli organismi operanti in questi settori pastorali, ai diversi livelli, diocesano, foraneali e parrocchiali
I COMPITI
I compiti dell’Ufficio diocesano si configurano in relazione ai seguenti ambiti:
– studio ed approfondimento dei problemi pastorali inerenti alla vita sociale, economica, lavorativa, ambientale, con riguardo alle concrete esigenze del popolo di Dio e all’evolversi dell’ambiente socio-culturale del Paese
– studio e divulgazione del Magistero Sociale della Chiesa, pontificio ed episcopale, per una responsabile accoglienza del suo messaggio
– coordinamento e sostegno delle attività nelle parrocchie e nelle foranie, dei diversi organismi istituzionali, del laicato associato
– attenzione al settore della formazione professionale, in collaborazione con altri Uffici pastorali competenti
– sviluppo e sostegno al vasto campo di attività attinenti alla promozione umana, con specifica attenzione pastorale ai vari settori produttivi e imprenditoriali (rurale, industriale, artigianale, commerciale, dei servizi), sindacali e del Terzo Settore
– preparazione di operatori pastorali e promozione della formazione all’impegno sociale e politico
STRUTTURA
L’Ufficio è composto da:
– un Direttore nominato dal Vescovo. Dura in carica cinque anni e può essere riconfermato
– una segreteria
– una Commissione composta da soggetti rappresentativi dell’associazionismo cattolico (ACLI, AC, …) e nel territorio dei vari settori produttivi e imprenditoriali (rurale, industriale, artigianale, commerciale, dei servizi), sindacali e del Terzo Settore
ATTIVITÀ
Le principali attività della Commissione sono:
– l’organizzazione e promozione delle Settimane Sociali diocesane
– l’organizzazione di convegni e proposte formative sulle tematiche sociali
– l’adesione alla Rete Interdiocesana Nuovi Stili di Vita sul versante della salvaguardia del creato